Il bracco italiano

Il bracco italiano, oltre ad essere il più antico cane da caccia che esista, è, per così dire, il cane da caccia classico, tipico, per antonomasia.

Tutte le buone qualità d’indole, bontà e fierezza insieme, generosità ed attaccamento al padrone attribuite al cane da caccia gli provengono dal bracco e sono compendiate in questo nell’espressione del suo magnifico testone, bonario, fiero ed intelligente.

Delor, il noto braccofilo, che aveva tratto il suo pseudonimo di “Max ” da un bracco italiano che, durante una sua lunga malattia, non aveva mai voluto allontanarsi dal suo letto e che, pur essendo la mansuetudine fatta cane, era arrivato a ribellarsi ai suoi famigliari che volevano portarlo via, dice che il bracco italiano non è soltanto il fido compagno delle nostre giornate di caccia ma anche il cane di casa per eccellenza, l’amico dei nostri bambini, il compagno e tante volte la vittima dei loro trastulli.

Il bracco italiano poi è anche il padre, il capostipite di tutti i cani da ferma a pelo raso ed, indirettamente, anche di alcuni a pelo ruvido.

Secondo molti pare infatti che anche lo spinone derivi dal bracco e che sia una varietà di bracco a pelo forte e ruvido. Un vero spinone, tosato, presenta in realtà tutte le caratteristiche del bracco.

orecchio del bracco italiano

Come deve essere l’orecchio del bracco italiano?

L’orecchio ha lunghezza, larghezza, direzione, inserimento, consistenza e forma particolari per ogni razza; l’orecchio del bracco italiano nasce come un pic­colo triangolo che ha una direzione verso il posteriore del cane; perciò quelle lunghe e cadenti dei cuccioloni o adulti sono, nel cuccioli, piccole e per niente ca­denti, anzi diritte.  Nel crescere, l’orecchio del bracco …

Come deve essere l’orecchio del bracco italiano? Leggi altro »

secolo d'oro del bracco italiano

1700: il secolo d’oro del bracco italiano

Alcuni scrittori che nell’intricata storia del Bracco Italiano hanno più volte perso la strada, come succede a certi cacciatori di macchia che non hanno spiccato il senso dell’orientamento, hanno confuso i fatti ed hanno asserito in piena buona fede che il secolo d’oro del primo cane da ferma, cioè il Bracco, fu il 1800. Ci …

1700: il secolo d’oro del bracco italiano Leggi altro »

canile di regona

Il canile di Regona e la storia dei “Bracchi Silva”

Il canile di Regona del Cav. Francesco Silva fu uno dei più importanti allevamenti del bracco italiano tra la fine del 1800 e i primi anni del 1900. Ripercorriamone la storia attraverso testi e documentazione iconografica originale dell’epoca Prima di parlare del Canile di Regona è necessario introdurre ampiamente la figura del suo fondatore nonché …

Il canile di Regona e la storia dei “Bracchi Silva” Leggi altro »

Il bracco italiano secondo Arturo Fancelli

Un corposo estratto de “Il Bracco” di Arturo Fancelli, datato 1911, prima vera opera monografica dedicata al nostro continentale da ferma. Stupisce la lucidità di pensiero, l’attualità dei concetti e la visione proiettata nel futuro dell’autore. Un vero “visionario” del bracco italiano In primis fu Arturo Fancelli a trattare dettagliatamente tutti gli aspetti del nostro …

Il bracco italiano secondo Arturo Fancelli Leggi altro »

caccia alpina

Il bracco italiano nella caccia alpina

Il bracco italiano e la caccia alpina, un connubio troppo spesso male interpretato È opinione diffusa presso la maggior parte dei cacciatori che i nostri bracchi italiani, ottimi sui beccaccini, quaglie e fagiani, siano assolutamente inadatti alla caccia alpina dove non sarebbero in grado di svolgere una cerca utile. Niente di più errato. Sia ben …

Il bracco italiano nella caccia alpina Leggi altro »

canile di tregolo

Il canile di Tregolo del Cav. Luigi Beretta

Luigi Beretta, fondatore del canile di Tregolo, fu uomo di larghe vedute e dai molteplici interessi. Alla fine del 1800 si dedicò all’allevamento del bracco italiano e del Setter, raggiungendo risultati degni di nota Raccontare la storia di Luigi Beretta e del canile di Tregolo è operazione complessa, tanto densi e molteplici furono gli interessi …

Il canile di Tregolo del Cav. Luigi Beretta Leggi altro »

standard morfologico del bracco italiano

Lo standard morfologico del bracco italiano

L’inizio dello standard morfologico, laddove si parla di “figura e conformazione generale” subito ci presenta, a scanso di equivoci, un cane da caccia Prima di analizzare in dettaglio lo standard morfologico del bracco italiano occorre sottolineare che gli estensori, fra cui Giuseppe Solaro che a riguardo scrisse anche un particolareggiato saggio di commento, vollero fin …

Lo standard morfologico del bracco italiano Leggi altro »

vir 2° delle forre

Vir 2° delle Forre – Campione italiano di bellezza

Vir 2°  LOI 8767 – Bracco Italiano maschio bianco arancio Vir 2° è nato l’11.6.1966 da Nasone delle Forre e da Oli delle Forre. Nasone era figlio di Baldo dei Ronchi e di Ninfa delle Forre. Oli era figlia di Borel dei Ronchi e di Pola delle Forre. Allevatore: Edmondo Amaldi Proprietario: Anna Maria Carlevarini …

Vir 2° delle Forre – Campione italiano di bellezza Leggi altro »

unificazione dello standard di razza del bracco italiano

Unificazione dello standard di razza del bracco italiano 1923

L’unificazione dello standard di razza del bracco italiano, avvenuta nel 1923, rappresenta un momento chiave della storia del nostro continentale da ferma. Vediamo perché Prima di parlare dell’unificazione dello standard di razza del bracco italiano è doveroso fare un corposo approfondimento su quella che era la situazione del bracco italiano nei primi anni del ‘900, …

Unificazione dello standard di razza del bracco italiano 1923 Leggi altro »

bracco italiano leggero

Bracco italiano leggero | Caratteristiche

Il bracco italiano leggero non differisce dal bracco italiano pesante che per la minor mole, e per la maggior leggerezza ed asciuttezza delle membra Anche il bracco italiano leggero possiede testa e naso sviluppati; orecchie meno lunghe di quelle del suo confratello bracco italiano pesante ed attaccate un po’ in su della linea dell’occhio; labbra …

Bracco italiano leggero | Caratteristiche Leggi altro »

Athos delle Forre

Athos delle Forre – Campione internazionale di lavoro

Athos delle Forre LOI 12599 – Bracco Italiano maschio bianco arancio Athos delle Forre è nato il 15.3.1972 da Lord e da Bora 2ª delle Forre, titolare di due Riserve di CAC in Expo, figlia di Roberto delle Forre e di Bora delle Forre. Allevatore, proprietario e conduttore: Edmondo Amaldi e Bruna Amaldi. Titolo conseguito …

Athos delle Forre – Campione internazionale di lavoro Leggi altro »

standard-di-lavoro-del-bracco-italiano

Lo standard di lavoro del bracco italiano

Lo standard di lavoro ha visto il suo ultimo aggiornamento nel 2011, dopo un’attesa di 12 anni per l’approvazione da parte dell’ENCI. Prima di allora era in vigore quello del “Pastrone”, datato 1937 Correva l’anno 1999 ed io ero Presidente della SABI: lo Standard di lavoro del Bracco italiano era ancora quello redatto da Giovanni …

Lo standard di lavoro del bracco italiano Leggi altro »

La tipicità della coda del bracco italiano

I valori comunicazionali del movimento di coda del bracco italiano e l’indesiderabile portamento eretto La coda del bracco italiano è sempre una questione fondamentale e infatti non è un caso che nello standard di lavoro la coda sia protagonista. Lo standard prescrive: la cerca diligente è allietata da un moto trasversale quasi continuo della coda. …

La tipicità della coda del bracco italiano Leggi altro »

zago di valgrisanche

Zago di Valgrisanche – Campione internazionale di Lavoro

Zago di Valgrisanche LOI 22844 – Bracco Italiano maschio roano marrone Zago di Valgrisanche è nato il 12.2.1977 da Umago e da Tua dei Ronchi, figlia di Po dei Ronchi e di Lessi dei Ronchi. Fratello di Zoom di Valgrisanche Allevatore: Renato Candiotto. Proprietario Giovanni Calzari. Conduttore A. Zecconi. Dal 1982 Luigino Bottani. Titoli conseguiti …

Zago di Valgrisanche – Campione internazionale di Lavoro Leggi altro »

zoom di valgrisanche

Zoom di Valgrisanche – Campione italiano di Lavoro

Zoom di Valgrisanche LOI 22847 – Bracco Italiano maschio roano marrone Zoom di Valgrisanche è nato il 12.2.1977 da Umago e da Tua dei Ronchi, figlia di Po dei Ronchi e di Lessi dei Ronchi. Fratello di Zago di Valgrisanche Allevatore e proprietario: Renato Candiotto Conduttore: Luigi Bottani Titolo conseguito da Zoom di Valgrisanche Campione …

Zoom di Valgrisanche – Campione italiano di Lavoro Leggi altro »