Silva dei Ronchi – Campione italiano di lavoro

Felice Steffenino

silva dei ronchi

Silva dei Ronchi LOI 2013 – Bracco Italiano femmina roano marrone

Silva dei Ronchi è nata il 24.3.1967 da Vit dei Ronchi e da Mirka. Vit era figlio di Vir dei Ronchi e di Dolina dei Ronchi. Mirka era figlia di Polo dei Ronchi e di Diana di Lombardia.

Allevatore: Paolo Ciceri

Proprietario: Luciano Bossi

Conduttori: Gastone Puttini ed il proprietario

Titolo conseguito da Silva dei Ronchi

  • Campione italiano di Lavoro.

Partecipazione ai concorsi

Tra il 1969 ed il 1974, Silva Dei Ronchi conseguì 10 risultati sul terreno. Ottenne il primo vincendo con il CAC in prova di caccia a Castel San Pietro nell’ottobre del 1969, davanti a Teodolinda che si classificò 2° ECC.

Inoltre, nella specialità, si affermò ancora con il CAC a Castelletto Cervo nel marzo del 1972, davanti a Lord il quale in quell’occasione si classificò 2° MB, si piazzò 3° MB, ottenne un CQN.

In prove classiche su starne, vinse con il CAC le Oaks a Montemagno, nel Monferrato, nell’aprile del 1972, completando le distinzioni per il titolo nazionale di lavoro. Aveva 5 anni e 1 mese di età. Gareggiò in prove classiche su quaglie liberate, vincendo con il CAC ed il MB, classificandosi una volta con l’ECC e due con il MB. Sul ring, E. Adinolfi le rilasciò il CAC; P. Ciceri il CAC e la Ri serva di CAC.

Caratteristiche attitudinali

Silva dei Ronchi risultò soggetto di notevole temperamento venatorio, superbamente dotata, degno rappresentante dei grandi della tradizione.

In occasione del primo risultato ottenuto, vinto con la massima qualifica, il giudice Mario Buroni annotò: “… continua la sua stilatissima azione e sul finire del turno, in grande medicaio, come su di un ideale proscenio, ben visibile a tutto il pubblico che ne segue l’azione, tira fuori il suo «do» di petto. Avverte ma si accorge di avere a che fare con starne più leste di piede che d’ala e cerca di prenderne il sopravvento ed allora taglia il campo dall’alto in basso obliquando a sinistra, fila per circa settanta metri, naso al vento e inchioda, in tipicissima posa di ferma (piede anteriore flesso) numeroso volo: rimane correttissima e strappa al loggione un prolungato applauso.”

Riproduzione

Con Lord generò la campionessa Italiana e Internazionale di Lavoro Dama

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *